GALLERY

Nel cuore della città, a soli 3 minuti a piedi dalla piazza Vittorio Veneto e dai principali ingressi ai Sassi, Materamia è il luogo ideale dove si incontrano comfort e funzionalità. Completamente rinnovata ed arredata con raffinata sobrietà, offre agli ospiti servizi attenti e di qualità.
Può accogliere comodamente fino a 4 persone, in un ambiente caldo e luminoso grazie a parquet in tutte le stanze ed alle due terrazze arredate, ampie e vivibili, che garantiscono discrezione e privacy non avendo affacci in strada. La casa ha un grande e bel camino in sala, è dotata di riscaldamento, aria condizionata, finestre con zanzariere, principali stoviglie, TV piatto 32’’ USB e WIFI gratuito. Il bagno ha la vasca idromassaggio ed un vero hammam per due persone con aroma e cromoterapia.
La camera ha un lucernario velux basculante per le notti stellate.
A pochi metri da tutte le fermate autobus cittadini, la casa è servita da negozi alimentari, frutta e verdura, farmacia, bar e ristoranti, bancomat, oltre a tutti i principali negozi del passeggio e della vita del centro città.
Sistemati a casa, gli ospiti possono permettersi di dimenticare mezzi pubblici ed auto e godersi – comodamente a piedi – la storia e la vita cittadina, tra passato e presente, attraverso le principali vie o incuriosendosi tra i tipici vicoli della città vecchia.
Certamente a piedi fino al Duomo, alla Piazza San Francesco, al Museo Ridola e Piazzetta Pascoli (dove si trova il liceo in cui insegnò – come primo incarico da insegnate- Giovanni Pascoli), percorrendo la strada panoramica che costeggia il torrente “Gravina” fino alla meravigliosa chiesa di San Pietro Caveoso e Santa Maria de Idris, per ammirare la città nel suo attuale splendore, luminoso e vivo, senza dimenticarne la sua “dolente bellezza”, la povertà, la sofferenza, l’abbandono del suo passato. Un invito a “vivere” il soggiorno, entrando in sintonia con i paesaggi, respirando la storia e la cultura che ci riguardano, parlando con la gente comune in piazza, soprattutto i più anziani. Fatevi raccontare quello che davvero hanno vissuto negli anni passati, quelli difficili..percepirete il loro orgoglio e la loro emozione…perché il passato non si dimentichi, resti vivo nell’anima e ci permetta di apprezzare quello che Matera rappresenta oggi, a partire da noi materani.
Grazie Matera.